Cleaning Solutions

lavadoverde

lavadoverde

Pulizia tappeti e moquette.

Dopo aver utilizzato l’aspirapolvere, passiamo uno straccio imbevuto di aceto puro seguendo il senso del pelo. Non sfregare troppo e cambiare lo straccio se si sporca. Risulta ottimo come trattamento antitarme e necessario se il cane o il gatto lo hanno bagnato.

Lucidare rame e ottone.

Per lucidare rame e ottone, prepariamo un composto formato da 2 cucchiai da cucina di sale e 1 di aceto. Raccogliere il composto con una spugnetta, strofinare bene, sciacquare a lungo e asciugare.

Pulire cabina doccia.

Doccia e calcare, nemici giurati? Passiamo sul vetro della cabina una spugnetta ruvida imbevuta di aceto puro. Poi sciacquiamo e asciughiamo bene. Per le macchie di muffa sulla tenda/doccia laviamo con acqua e aceto (una tazzina ogni litro d’acqua).

Pulire il Forno .

Il nostro forno sarà sgrassato, igienizzato e deodorato dopo averlo lasciato intiepidire (35° circa) e passando una spugnetta imbevuta di aceto puro. Ripetere l’operazione finchè l’unto non sarà scomparso.

Detersivo fluido per lavastoviglie, eco.

bicarbonato di sodio, 350 gr.

sapone di marsiglia liquido oppure detergente per piatti a mano eco-bio (a base di derivati vegetali), 20 gr.

Acqua demineralizzata (o oligominerale) molto calda, 150 gr.

olio essenziale di arancio dolce (o limone o qualsiasi altro O.E. che vi piaccia), 1 ml

glicerina vegetale (facoltativa), 20 gr.

Miscelare il bicarbonato di sodio, il detergente, la glicerina e l’O.E. mescolando con cura.    Aggiungi l’acqua calda e mescola ancora a lungo con una piccola frusta, finché otterrai una crema omogenea, leggermente schiumosa e profumata.   Travasa in una bottiglia con tappo a vite.

Agita con energia prima dell’uso e versa nella vaschetta della macchina lavastoviglie una quantità di crema detergente corrispondente al livello minimo segnato dalla casa produttrice (in genere corrispondente a 1-2 cucchiai).   E’ un detergente delicato e naturale ideale per il lavaggio dei piatti in lavastoviglie.

Pentole.

L’acciaio inox delle pentole sarà perfettamente pulito passando una spugnetta imbevuta di aceto. Sciacquare e asciugare. Se restano tracce di bruciato versiamo aceto fino a  coprire la parte e lasciamo agire almeno 1 ora prima di pulire.

Scarico Lavello.

Per lo scarico ostruito del lavello, versiamo mezzo litro di aceto puro e lasciamo agire qualche ora. In seguito facciamo scorrere dell’acqua calda.

Tessuti Macchiati.

Macchie generiche: tamponare  aceto puro con acqua. Macchie di deodorante: immergere il capo in una soluzione di acqua e aceto prima di lavarlo normalmente (1 tazzina ogni litro d’acqua) Macchie di fango: raschiare il fango secco, e poi strofinare con acqua e aceto (3 tazzine ogni litro di acqua) tamponare con acqua Macchie di calce: sfregare con aceto puro e risciacquare.

Lana.

Contro l’infeltrimento dei capi in lana, sciacquiamo con acqua e aceto (2 tazzine da caffè per ogni 10l d’acqua).  Ideale anche per le coperte di lana. Immergendole dopo il lavaggio in acqua e aceto acquisteranno maggior morbidezza .

Pavimenti.

La polvere e sporco fanno da padroni ?  Lavate i pavimenti con una soluzione di acqua e aceto (una tazzina da caffè in ogni 5l di acqua). Torneranno puliti, igienizzati, e profumati.

Via le macchie impossibili dalla carrozzeria dell’auto!

Le gite in campagna hanno lasciato degli spiacevoli ricordi sulla carrozzeria dell’automobile? Grazie al Bicarbonato, anche questo non è più un problema!

Capita spesso che, parcheggiando la macchina sotto gli alberi durante i mesi estivi, la si ritrovi macchiata di resina (quella sostanza appiccicosa prodotta soprattutto dalle conifere) difficilissima da rimuovere. Anche i prodotti specifici e ripetute visite all’autolavaggio spesso non si dimostrano efficaci; senza contare il rischio di graffiare la carrozzeria cercando di rimuovere le macchie…

Prova questa alternativa: prepara un impasto con 1 parte d’acqua e 3 parti di Bicarbonato Solvay, sfregalo direttamente sulla macchia in maniera delicata con l’aiuto di una spugna o un panno morbido e poi sciacqua.

Usa lo stesso metodo anche per rimuovere gli insetti dal parabrezza dello scooter e per pulire paraurti, fari e cromature dell’automobile.

E per un’azione anti-odore negli interni…

Per neutralizzare l’odore di tabacco lasciato da sigari e sigarette, versa del Bicarbonato nel posacenere dell’auto, ripetendo l’operazione ogni volta che lo svuoti.

Il consiglio:
una pasta formata da 1 parte d’acqua e 3 parti di Bicarbonato, da sfregare con l’aiuto di una spugna o un panno morbido per rimuovere le macchie da carrozzeria, fari e parti cromate.

2 cucchiai (50g) di Bicarbonato da versare su una spugna per pulire i posacenere e da cospargere sul fondo per un’azione anti-odore.

http://blognewss.splinder.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: