Riduzione della presenza di allergeni

Il sistema più efficace di combattere l’allergia agli acari della polvere è quello di ridurre la presenza di acari nell’abitazione, in particolare nelle camere da letto.

Che cos’è un risanamento del letto?

Dato che gli acari amano i luoghi caldi e umidi, li si trova soprattutto nel materasso. Per questo è importante procedere innanzitutto a un risanamento del letto. Quest’operazione ha però senso soltanto se viene fatta a tutti i letti presenti nello stesso locale. Se un bambino allergico dorme nel letto dei genitori, anche questo va risanato.

Rivestimento del materasso

Il materasso va infilato in un rivestimento antiacaro. I cosiddetti «materassi o federe antiallergici» non proteggono dagli acari, che si annidano anche nei materiali sintetici.

Piumino e cuscino

Scegliere piume o un materiale sintetico lavabile tra 60 e 95 °C oppure rivestimenti antiacaro. Le federe vanno possibilmente lavate una volta la settimana a 60/95 °C.

I rivestimenti dovrebbero:

  • lasciar passare il vapore acqueo (sudore)
  • avvolgere l’intero materasso
  • presentare cuciture sigillate e cerniere a prova di acaro
  • essere lavabili a 60 °C
  • essere garantiti a prova di acaro anche dopo frequenti lavaggi
  • essere testati allergologicamente

Giocattoli e altro

  • Ogni 4–6 settimane, gli animaletti di peluche vanno messi in congelatore per 48 ore a –18 °C, dopodiché vanno lavati a 30 °C e lasciati asciugare bene, oppure lavare con acqua ed aceto
  • Niente animali domestici, niente piante d’appartamento, niente tappeti e possibilmente nessun ripiano aperto in camera da letto; togliersi i vestiti in bagno.
  • Arieggiare a fondo e con regolarità. Lavare i pavimenti con acqua ed aceto-bicardonato
  • In camera da letto, tenere una temperatura non superiore ai 18° C e un’umidità relativa inferiore al 50 per cento (igrometro).
  • Passare con uno straccio umido i pavimenti e le superfici lisce. Se possibile, utilizzare un aspirapolvere con filtro HEPA. Lavare i pavimenti con acqua ed aceto-bicardonato
  • I pavimenti in legno, linoleum, pietra o sughero sigillato sono più adatti dei tappeti.
  • I divani e le poltrone dovrebbero essere di pelle o similpelle liscia; ai ripiani aperti andrebbero preferiti mobili che si chiudono.

Dato che un risanamento globale ha costi elevati, è consigliabile procedere a tappe, dando la priorità al letto, in particolare al materasso, e alla camera da letto.

Prevenzione delle allergie nei neonati, nei bambini della prima infanzia e nei giovani

Prevenzione primaria

Queste raccomandazioni valgono per i cosiddetti «bambini a rischio», i cui genitori e fratelli soffrono di allergie.

  • Fumo
    Assicurare un ambiente senza fumo durante e dopo la gravidanza, smettere di fumare.
  • Allattamento
    Se possibile, per i primi 4-6 mesi allattare esclusivamente.
  • Alimentazione delle donne che allattano
    Alimentarsi in modo equilibrato, non è necessario seguire regimi particolari.
  • Alimenti supplementari
    Introdurre alimenti supplementari soltanto dopo il sesto mese. Evitare alimenti allergenici (latte vaccino, uova, pesce, noci, soia) per i primi dodici mesi.
  • Animali domestici
    Non acquistare nuovi animali domestici pelosi o piumati. Non tenere animali nelle camere da letto.
  • Eliminazione della polvere in casa
    Tenere un arredamento che minimizzi l’accumulo di polvere, soprattutto nella zona notte.

Prevenzione secondaria

Raccomandazioni per bambini e giovani con sensibilizzazioni o sintomi allergici. Le seguenti misure contribuiscono a limitare la comparsa di altre sensibilizzazioni e a evitare ulteriori allergie.

  • Fumo
    Assicurare un ambiente senza fumo, smettere di fumare
  • Animali domestici
    Non acquistare nuovi animali domestici pelosi o piumati. Non tenere animali nelle camere da letto.
  • Eliminazione della polvere in casa
    Ridurre il numero di acari nell’ambiente domestico. Se è accertata una sensibilizzazione agli acari della polvere, utilizzare un rivestimento antiacari per il materasso.
  • Scelta della professione
    Evitare le professioni a grande rischio per i soggetti atopici al fine di prevenire l’insorgere di sintomi allergici sul posto di lavoro o lo sviluppo di altre allergie.
  • Animali domestici
    Non acquistare nuovi animali domestici pelosi o piumati. Non tenere animali nelle camere da letto.
  • Eliminazione della polvere in casa
    Tenere un arredamento che minimizzi l’accumulo di polvere, soprattutto nella zona notte.

Dieta

Se, a causa di un’allergia alimentare accertata, al bambino o alla donna che allatta è prescritta una dieta di eliminazione, questa deve essere seguita sotto regolare controllo medico e con l’assistenza di una dietista.

Immunoterapia

diversi studi hanno dimostrato che l’immunoterapia specifica (chiamata anche iposensibilizzazione) non solo è efficace per il trattamento del raffreddore da fieno e di determinate forme di asma bronchiale, ma ha anche un effetto antiallergico preventivo e può limitare l’insorgere di nuove sensibilizzazioni e allergie. Nei bambini, l’immunoterapia può essere praticata a partire dai cinque anni.

Informazioni sui pollini.

Previsione da mercoledi 21 aprile

Ci troviamo nel bel mezzo della stagione dei pollini di betulla e di frassino. Queste due specie di pollini hanno dominato il flusso dei pollini, durante la settimana scorsa, con concentrazioni da elevate a molto elevate. Pure i pollini di carpine hanno raggiunto isolatamente valori elevati. Iniziano pollini di platano e di quercia. Inoltre in diverse stazioni sono stati misurati isolati pollini di graminacea.

Anche nei prossimi giorni persisterà il forte flusso dei pollini di betulla e di frassino. Grazie ai rovesci previsti , le concentrazioni potranno diminuire leggermente. I pollini di carpine sono attesi in concentrazioni moderate.

Buono a sapersi…
Portate occhiali da sole! Gli occhiali da sole hanno un effetto positivo: tengono lontani una parte dei pollini dai vostri occhi e proteggono la congiuntiva già irritata dei vostri occhi che durante la reazione allergica è più fotosensibile del solito.

http://www.ilpolline.it/bollettino-pollinico

Come riconoscere i sintomi di influenza suina nel vostro bambino o dei Bambini

Influenza H1N1L’influenza suina ha preso piede inizialmente  negli Stati Uniti, ora è  in viaggio in tutto il mondo. I bambini sono a rischio più elevato di mortalità, se colpiti con l’influenza suina.

I sintomi possono essere difficili da riconoscere, ma è fondamentale che siano consapevoli dei segni di influenza suina, al fine di aumentare la probabilità di un esito positivo se il vostro bambino è stato infettato con il virus. Se il bambino non è in grado di parlare, può essere difficile riconoscere i sintomi di infezione da influenza suina. Questo virus influenzale è più pericoloso nelle persone più deboli, compresi i bambini piccoli. Ci sono alcuni indicatori si può cercare di garantire che si riconoscono suina sintomi influenzali che richiedono cure d’emergenza nel vostro bambino o bambina, prima che sia troppo tardi.

1- Se il bambino presenta sintomi simil-influenzali, può essere l’influenza suina. I sintomi di questo virus sono come tanti altri. Monitorare i loro sintomi e cercare la febbre alta, a seguito di un raffreddore. Peggioramento della tosse è anche un segno di influenza suina. Se si sta trattando il  bambino per l’influenza, e la tosse peggiora, è un sintomo del virus.

2- Se si presentano infezzioni cutaneo che accompagnano la febbre, questo è un indice di infezione da influenza suina. Il bambino può anche avere un colore blu della pelle. Ciò indica una mancanza di ossigeno e richiede prestazioni di pronto soccorso immediato.

3- Se il bambino Smette di bere non esitate a portarlo  fretta al pronto soccorso. La Disidratazione è un killer per i bambini. Inoltre, se hanno la diarrea o vomito esplosivo si dovrebbe cercare un trattamento di emergenza immediata.

4– Problemi respiratori, e si accusano dolori nel corpo.

5- Infine, se non si riesce a svegliare il bambino, chiamare un’ambulanza immediatamente. Non esitate in questa situazione. Influenza suina è un virus letale e può essere trattata con farmaci antivirali come il Tamiflu possono salvare la vita del bambino. L’epidemia di influenza suina è destinata a peggiorare prima di migliorare, ed è importante essere consapevoli dei sintomi del virus che possono richiedere prestazioni di pronto soccorso.

Igiene personale, le mani.

Elenco degli ingredienti nei prodotti di pulizia 2

lavadoverde

lavadoverde

ACE Blu Protezione Attiva.

Schede dati degli ingredienti:

Aqua

Sodium Chloride

Sodium Hypochlorite

Sodium Carbonate

Sodium Hydroxide

Sodium C10-16 Pareth Sulfate

Pentasodium Triphosphate

Coconut Acid

Trimethoxybenzoic Acid

Sodium C10-16 Alkyl Sulfate

PARFUM

Colorant

Dimethicone

Silica

Tutte sostante salutari, tanto che è scritto sulla confezione tenere lontani dai bambini, crea problemi agli occhi, ed alla pelle.

Se è pericoloso per i bambini, per gli adulti ?

ACE Blu Protezione Attiva

Mondo LiberoCondividi

Technorati Profile

s4q2ypzdbi

Elenco degli ingredienti nei prodotti di pulizia

lavadoverde

lavadoverde

Presento le caratteristiche dei detergenti venduti nei principali supermercati italiani.

Cillit Bang: 5% Tensoattivi  non ionici, policarbassilati, hexyl cinnamal.

Tutte sostante pericolose per la salute umana. Leggendo l’etichetta posteriore, mi ha sorpreso : per ogni problema di salute contattare il servizio medico al num. 041-5600202.

Tenere lontano dai bambini, causa danni alla pelle, ed agli occhi. Se è pericoloso per i bambini, invece per gli adulti ?

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20071028175737AAco0M2

http://forum.alfemminile.com/forum/f502/__f150_f502-Delusione-cillit-bang.html

http://odioquellocheamo.wordpress.com/2009/02/12/cillit-bang-unarma-batteriologica-2/

Cillit Bang